Recupero di pesci in difficoltà al ponte dei Frati a San Piero in Bagno

Recupero pesci in difficoltà nel fiume Savio a San Piero in Bagno 29 agosto 2017

pesci in difficoltà 2

Anche stamattina gli uomini della Fipsas e Aics sono intervenuti su ennesima segnalazione della Forestale e Funzionari della Regione Emilia Romagna, chiamati ad effettuare un intervento di recupero pesci in difficoltà nel fiume Savio a San Piero in Bagno al ponte dei frati, sono stati salvati circa 40 kg. di cavedani di piccola e media taglia e diversi cobiti poi reimmessi più a valle a monte dell’abitato di Mercato Saraceno dove c’è acqua a sufficienza per la sopravvivenza.

I pesci in quella zona vanno in difficoltà, soprattutto per scarichi fognari e prelievi importanti di acqua dal fiume, già con scarsa portata per la siccità, effettuati a singhiozzo.

Questo lo si può vedere ogni giorno, osservando il fiume a monte del Ponte dei Frati, al mattino presto, quando il livello si presenta più basso di oltre 10 centimetri rispetto alla massicciata delle fondamenta del ponte, mentre due ore dopo, il livello si alza e tracima seppur lentamente.

A monte del ponte non ci sono dighe che movimentano, quindi il fenomeno si spiega con prelievi di acqua.